Abbecedario della comunità Europea:  

S di Sachertorte – Austria

flag data=VLHX1wd2Cgu8wR6jwyh-km8JBWAkEzU4,ByyMZOzns2Ea6ylKK9ZgH0rLQ2Gf_akSNCOZZkkBlZJdsBBoVSOqyCdE44uZ9q3Hl_9XYz9MyfJ5W9g3TxGvJKhMJqW6ed2K-CTcvwrvZNy6WkrJ5WkUKlLCtzhzTWR0ZBHBm6ZRkHfOGNUL9Ca0PZFG4jJc_KTDQ7ONAASGdOzvkO9nD

Wiener Schnitzel

Wer einem line Grube gräbt fällt selbst hlineim

 

Il bel Danubio blu…no, non siamo in un teatro per assistere a un concerto sinfonico, al massimo siamo in un ristorante viennese sulle rive del fiume…eh sì, perché per questa tappa dell’abbecedario europeo il vostro UB ha potuto tastare più di un anno fa sul campo le varie prelibatezze austriache. Testimone del viaggio a Vienna la seguente carrellata di foto fatte dal sottoscritto, per l’occasione tornato ai vecchi fasti fotografici artefici del nome di battaglia!!!

vienna

La prima ricetta proposta, e protagonista indiscussa delle tavole in quei giorni, è la Wiener schnitzel, la famosissima cotoletta di vitello. Ringraziando Rosa Maria, passiamo al solito resoconto della ricetta proposta.

Dosi per 4 persone:

  • 4 fette di carne di vitello

  • 2 uova

  • Farina

  • Pangrattato

  • Olio (o strutto)

  • sale

Preparazione:

sbattere l’uovo, battere la carne e salare. Passare le fette di carne prima nella farina, poi nell’uovo, e infine nel pangrattato. In una padella, far scaldare abbondante olio (o strutto) e versarvi la carne. Cuocere fino a perfetta doratura, senza infilzare la carne. L’olio deve essere in quantità sufficiente affinché la carne sia sempre in movimento, in modo che l’impanatura prenda la tipica forma ondulata.

Ed eccola, ovviamente l’UB non poteva non scegliere una fetta dalla forma irregolare…buon appetito!!!!

20140202_125810

About these ads