B come

Bolzano

Knödel

Mac’ sut, gran dapartut. 

Seconda puntata dell’abbecedario culinario… si lo so, sono in ritardo e già dovrei preparare la terza, ma anche i supereroi cadono in contrattempi tecnici e fisici… l’UB non è più un ragazzino e spesso viene messo ko da febbre e compagnia bella…

B come Bolzano. Dunque, dopo le verdi valli e le immense montagne valdostane tocca a quelle altoatesine… viene voglia di andare a sciare.

La ricetta scelta è un vecchio nemico dell’UB… più terribile di Goblin, Venom e Octopus… i Knödel!!!  Si perché anche l’UB ha conosciuto la sconfitta (ovvero caduta in pezzi una volta messi in brodo), quindi è tempo di vendetta!

Dosi per 4 persone:

  • 200g di pane raffermo
  • 100g di salsiccia fresca (luganese)
  • 80g di speck
  • Mezza cipolla
  • 1 uovo
  • Farina q.b
  • Brodo q.b.
  • Latte q.b
  • Prezzemolo
  • Erba cipollina
  • Sale
  • Pepe

Preparazione:

Tagliare il pane a dadini, metterlo in un recipiente capiente e bagnarlo col latte per ammorbidirlo. Strizzarlo e aggiungere l’uovo, il prezzemolo, l’erba cipollina e la cipolla ben tritati. Tagliare lo speck a dadini minuti, e spellare la salsiccia, facendola saltare appena qualche minuto. Aggiungere il tutto nel recipiente, e mescolare con le mani, aggiungendo via via la farina per amalgamare il tutto, salando e pepando leggermente. Creare delle palle di circa 8-10 cm di diametro, passandole ulteriormente nella farina. I knödel sono così pronti per essere versati nel brodo. Versatene prima uno e verificate che non si spappoli, altrimenti aggiungere farina al composto. Cuocere nel brodo per 15 minuti circa, e servire (con o senza brodo).

Ottimi!!!!

Stavolta l’UB, imparando dagli errori del passato, è riuscito a creare dei knödel aventi la giusta consistenza!! La vendetta è quindi servita…come sottofondo musicale è stato scelto appositamente Better than revenge!

Il film consigliato è Biancaneve….perchè??? Speck..io, speck..io delle mie brame…..