C come

Chioggia

Chi magna puina, poco camina

Seconda ricetta per la lettera c….ovvero chioggia…ovvero Veneto. Si, perché l’UB stavolta ha deciso di fare il bis. E per la prima volta c‘è il gemellaggio Abbeccedario-cucchiaio d’Argento…infatti la ricetta è stata presa proprio dalla bibbia culinaria. Ricetta scelta…risi e bisi. Rapidamente, come rapida è tutto sommato la preparazione del gustoso (se cucinato da chiunque non sia l’UB) piatto, passiamo alla descrizione dettagliata.

Dosi per 4 persone:

  • 800 g di piselli
  • 300 g di riso
  • 50 g di pancetta magra o prosciutto crudo
  • 40 g di Grana Padano grattugiato
  • 1/2 cipolla
  • prezzemolo
  • olio
  • sale
  • pepe


Preparazione:

Sgusciate i piselli e teneteli da parte. Lavate i baccelli, lessateli in abbondante acqua salata e passateli al mulinetto o frullateli, deve risultare un composto alquanto fluido. In un tegame scaldate due cucchiai d’olio, fatevi dorare la pancetta e la cipolla ben tritate, dopo 5 minuti aggiungete il riso, mescolate bene e bagnatelo con il brodo caldo dei baccelli, mescolate con cura e dopo 5 minuti unite i piselli, mescolate e portate a cottura il riso versando un mestolo di brodo alla volta. Alla fine deve risultare un composto piuttosto morbido. Regolate sale e pepe, aggiungete un po’ di prezzemolo tritato e servite con Grana Padano grattugiato a parte.

Note:
Vista l’improvvisa scelta della ricetta l’UB non ha potuto utilizzare i piselli freschi…sono stati usati i piselli surgelati, e il brodo dei baccelli è stato sostituito con del brodo vegetale…insomma stavolta l’UB ha un po’ barato…ma ha apprezzato comunque la ricetta!