E come

Empoli

Tanto si ‘n tenti tu, tentan tant’altri!

Eh si, proprio in extremis arriva la terza ricetta toscana per l’abbecedarioe la seconda nello stesso giorno. L’UB oggi ha fatto gli straordinari!!!! Concludiamo la nostra visita in Toscana con una ricetta preparata quasi per caso…infatti l’UB dopo aver preparato la prima ricetta di questa tappa, si è ritrovato del pane toscano in avanzo…ed ecco ciò che ha concepito dopo una rapida ricerca tra le varie ricette…ovvero la zuppa del nonno. E anche questa ricetta è piaciuta all’UB, che conclude il trittico soddisfatto, per una volta, di ciò che le sue mani hanno concepito…

 

Dosi per 4 persone:

  • 500 gr di fagioli cannellini
  • 500 gr. di pane toscano raffermo
  • Una cipolla piccola
  • Olio extra vergine di oliva
  • Aceto balsamico
  • Parmigiano
  • Sale
  • Pepe

Preparazione:

Se i cannellini sono secchi, andranno lasciati in ammollo dal giorno precedente, altrimenti utilizzare quelli in barattolo. Prendere una padella, e soffriggere la cipolla tritata, a fuoco molto moderato. Aggiungere subito i fagioli, senza privarli completamente del loro liquido. Nel frattempo tagliare il pane raffermo in fettine molto sottili, e tostarli leggermente al forno. Riporre le fettine nel piatto, spolverare abbondantemente di parmigiano, versare il liquido con i fagioli, e aggiungere l’olio extra vergine di oliva, l’aceto balsamico ed una spolverata di pepe. Servire e divorare!

Concludiamo questa tappa salutando una persona speciale per l’UB, una persona che vive proprio in Toscana…non farò nomi, ma la persona in questione capirà…un abbraccio e un bacione, topola!