I come Isernia

Chi spera a re Luotte, sta sembe a pancuotte

Ed eccoci ad isernia, in terra molisana, per la nuova tappa dell’abbecedario, che inesorabilmente continua il viaggio lungo lo stivale. Sono giorni particolari per l’italia, tra attentati, terremoti, crisi e quant’altro. Così, facendo sentire la nostra solidarietà in quel di Brindisi e in terra emiliana (eh si, purtroppo i super poteri dell’UB si limitano solo alla cucina e rimane inerme di fronte a certi avvenimenti), ci fermiamo in Molise per le nuove sfide culinarie.

Ringraziando Rosa Maria, ospitante della lettera i, passiamo alla prima ricetta preparata per l’occasione, i peperoni imbottiti.

Dosi:

  • 6 peperoni
  • 10 filetti di acciuga
  • 250g di pan grattato
  • 150g di salsa di pomodoro
  • Basilico
  • Prezzemolo
  • Peperoncino
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale

     

Preparazione:

Abbrustolire i peperoni sulla fiamma o alla brace, immergerli nell’acqua fredda, spellarli, pulirli accuratamente e asciugarli. Con il pangrattato passato nell’olio bollente e appena dorato impastare il ripieno con le acciughe tagliate, il prezzemolo, il basilico, il peperoncino, un poco di sale. Riempire i peperoni, aggiunger abbondante olio e mettere in un tegame, coprendo con il pomodoro passato, aggiustato di sale e allungato con acqua. Mettere nel forno a 180° bagnando il ripieno di tanto in tanto con il fondo di cottura. Dopo un’ora di cottura togliere dal forno e servire immediatamente.

Ecco il risultato…l’UB ha “volutamente” fatto abbrustolire un po’ di più il tutto…