Archive for ottobre, 2012


U come Urbino

Quant l’ost è tla porta, è segn ch’el vin è trist

 

Si, lo diciamo subito, non è Pasqua. Ma la ricetta ci sembrava originale e intrigante come sfida, e quindi per la tappa marchigiana dell’abbecedario prepariamo anche questo tipico piatto festivo, consumato generalmente la mattina di Pasqua. Stiamo parlando ovviamente della pizza di Pasqua al formaggio. Per l’occasione il piatto è stato testato dagli amici dell’UB, e pare aver riscosso un discreto successo! Ringraziamo ancora una volta Antonia per l’ospitalità e passiamo alla ricetta.

 

Dosi per una pizza:

  • 500g di farina
  • 6 uova
  • una tazza di latte (o acqua tiepida se si vuole il composto meno grasso e più leggero)
  • un bicchiere di olio E.V.O.
  • 150g di pecorino grattuggiato
  • 150g di parmigiano grattugiato
  • 350g di pecorino fresco a cubetti
  • 30g di lievito di birra
  • Sale
  • Pepe macinato

     

Preparazione:

Fare la ‘biga’ con 50g di farina, il latte (o l’acqua tiepida) ed il lievito di birra; far lievitare per una o due ore. Mescolare brevemente in un recipiente d’acciaio, con un mixer 5 uova, il sale, il pepe e la farina, aggiungere la biga, l’olio e i formaggi grattugiati amalgamandoli. Pennellare con il burro fuso uno stampo, e riempirlo a metà con il composto; far lievitare almeno 40 minuti coperti con un telo.

Infilare con delicatezza i cubetti di formaggio fresco all’interno dell’impasto, e coprirlo con il telo e lasciarlo lievitare per 20 minuti circa. Battere un tuorlo in un piatto e spennellare la superficie della torta. Infornare a 160°C per 30-40 minuti circa.

Eccola!

 

Annunci

U come Urbino

Quant la boca prènd e ‘l cul rend, acidènti a ‘l medicin e a chi le vend

 

Altra tappa per il giro d’Italia in cucina, ormai a rapidi passi giungiamo alla fine di questa avventura culinaria. Appuntamento odierno in terra marchigiana, e la prima ricetta scelta è quella del baccalà alla… marchigiana (strano vero?). Ringraziamo Antonia per l’ospitalità, e passiamo rapidamente alla descrizione della preparazione del piatto! Si, oggi l’UB va particolarmente di fretta….come al solito!!!

 

Dosi per 6 persone:

  • 600g di baccalà
  • 1 cipolla piccola
  • 2 cipollotti
  • 5 pomodori maturi
  • 10 filetti d’acciuga
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • Olio E.V.O.
  • 1 spicchio d’aglio
  • Rosmarino
  • Peperoncino secco
  • Sale
  • Pepe

Preparazione:

Mettere a mollo il baccalà per 1 giorno o 2, scolarlo, asciugarlo ed eliminare pelle e lische. Tagliarlo a pezzi. Sbollentare i pomodori in acqua bollente, spellarli e togliere i semi.

Scaldare l’olio in una padella e dorate lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato. Scartarlo dopo qualche minuto e mettere nella padella la cipolla tagliata a julienne, il rosmarino e le acciughe. unire quindi la polpa dei pomodori, i cipollotti tagliati, il peperoncino e il baccalà, bagnarlo col vino, coprire e lasciare cuocere a fuoco lento per circa tre quarti d’ora, aggiungendo se necessario acqua durante la cottura. Salare, pepare, e divorare.

Ecco il risultato!

Bisi in Tecia

T come Trieste

La femine a ten su tre cjantons da cjase o a ju sdrume ducj cuatri

Puff, pant, argh….stavolta siamo forse fuori tempo massimo, l’UB comincia a perdere colpi…impegni di lavoro hanno tenuto il vostro supereroe del gusto impegnato per qualche tempo, ma inserisce comunque la ricetta per l’abbecedario culinario. tappa friulana, e ringraziando Fiordisale per l’ospitalità, ecco la ricetta scelta: i bisi in tecia!

Dosi per 4 persone:

  • 800 g di piselli
  • 30 g di pancetta
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio affettato
  • 1/2 bicchiere di aceto bianco
  • Rosmarino
  • Olio
  • Sale
  • Pepe 

Preparazione:

Mettere in una padella 4 cucchiai d’olio e fare dorare la pancetta tagliata a dadini, l’aglio e la cipolla.
Versare i piselli e il rosmarino, salando, pepando e mescolando per alcuni minuti. Versare l’aceto e cuocere per 15 minuti a fuoco basso. Mangiare!!!!